NextPit

Google Fit finalmente disponibile su iPhone e iPad

GoogleFit
© Google

Dopo gli importanti aggiornamenti arrivati nei mesi di agosto e dicembre dello scorso anno, a partire da queste ore Google Fit è finalmente disponibile anche per i dispositivi iOS. L'applicazione di Google per il monitoraggio dell'attività fisica sarà dunque utile anche ai possessori di iPhone e iPad che hanno al loro polso uno smartwatch WearOS.

Google Fit permette di monitorare la vostra attività fisica, fornendo una panoramica delle prestazioni complessive ottenute durante il giorno. Proprio come avviene su Android, anche su iOS tutte le applicazioni collegate ad Apple Health si potranno sincronizzare con Google Fit, in modo da tenere sempre sotto controllo l'attività fisica, il sonno e la vostra salute in generale. L'applicazione è compatibile con altre simili già esistenti su iOS, come Nike Run Club, Sleep Cycle, Strava, MyFitnessPal o Headspace. L'app di Google Fit è dunque compatibile con Apple Watch o un qualsiasi smartwatch Wear OS.

Per il suo lancio sulla piattaforma Apple, Google ha riferito di aver collaborato con l'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e l'AHA, l'American Heart Association. L'azienda di Mountain View enfatizza due caratteristiche che vi mantengono attivi tutto il giorno, tra cui una modalità "minuti attivi" che incoraggia gli utenti a muoversi costantemente registrando i movimenti e una modalità "punti cardio", dedicata alle attività fisiche. Google Fit raccomanda ai suoi utenti di eseguire 2h30 di "minuti attivi" alla settimana e almeno 1h15 di attività fisica.

google fit ios
Google Fit sbarca finalmente anche su iOS. / © Google

Gli utenti più interessati all'app saranno sicuramente i proprietari di smartwatch Wear OS ma che utilizzano quotidianamente un iPhone. Per altri, l'utilità sarà certamente più discutibile. A parte questo, potete scaricare l'applicazione direttamente dall'App Store a questo link.

Pierre Vitré

Pierre Vitré

Pierre nutre una grande passione per le nuove tecnologie mobile fin dai suoi primi tempi trascorsi con il suo StarTac. Utente Android dal 2011, Pierre non può più fare a meno del robottino verde ed è questo uno dei motivi principali che lo ha spinto ad unirsi al team di AndroidPIT per diventare Caporedattore del team editoriale francese. Non abbandona mai il suo smartphone e smartwatch ed è ancora convinto che Google Glass sarà un successone.

Guarda tutti gli articoli
Ti è piaciuto l'articolo? Per favore, condividilo!
Partecipa alla discussione ora

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica