Come e dove riciclare i vecchi smartphone (ed altri dispositivi elettronici)

Come e dove riciclare i vecchi smartphone (ed altri dispositivi elettronici)

Sono certa che nel cassetto della vostra scrivania, della cucina o dell'ufficio abbiate accumulato qualche vecchio smartphone o cellulare che non utilizzate ormai da tempo. Ma cosa ve ne fate dei vecchi cellulari impolverati sotto a scartoffie e vecchi caricabatterie? Oggi vi spiegheremo perché e come riciclarli.

Perché è importante riciclare i dispositivi elettronici

Posso capire che vogliate custodire gelosamente il vecchio StarTAC realizzato da Motorola nel 1996, o il popolare ed indistruttibile Nokia 3310 ricevuto in regalo nel 2000, ma cosa ne farete degli altri cellulari e smartphone che avete accumulato in anni di vita? 

Gli anni passano, la tecnologia si evolve ed i vecchi cellulari, divenuti nel mentre smart, si accumulano e si impolverano nei cassetti di casa oltre a pesare sull'inquinamento globale. Vecchi telefoni o nuovi smartphone che siano, fanno tutti parte della categoria RAEE ovvero Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. A causa delle sostanze tossiche per l'ambiente in essi contenute, questi rifiuti non possono essere assimilati insieme agli altri. Per questo è importante dare un senso ai vostri vecchi telefoni e proteggete l'ambiente riciclandoli.

Classificazione dei RAEE

Vi sono diverse tipologie di rifiuti che rientrano nella categoria di apparecchiature elettroniche e elettriche. Per essere raccolti e successivamente smontati e trattati con l'utilizzo di strumenti specifichi, i RAEE vengono classificati in cinque gruppi:

  • R1 (Freddo e Clima): frigoriferi, congelatori, apparecchi per il condizionamento
  • R2 (Grandi Bianchi): lavatrici, lavastoviglie, forni a microonde, piani cottura economici
  • R3 (TV e Monitor): vecchi schermi a tubi catodici CRT, moderni schermi a LED o al plasma, e nuove tecnologie
  • R4 (PED CE ITC e altro come apparecchiature illuminanti e altre apparecchiature al di fuori degli altri raggruppamenti): aspirapolvere, macchine per cucire, ferri da stiro, friggitrici, frullatori, computer (unità centrale, mouse, tastiera), stampanti, fax, telefoni cellulari, videoregistratori, apparecchi radio, plafoniere
  • R5 (sorgenti luminose): lampade che contengono gas, tubi fluorescenti al neon, lampade a risparmio energetico, a vapori di mercurio, sodio, ioduri, o sottovuoto.

Gli smartphone fanno parte della categoria R4.

androidpit broken fallen smartphone cracked
Non inquinate, riciclate il vostro vecchio dispositivo! / © NextPit

Dove e come riciclare i RAEE

Centri di raccolta RAEE

I RAEE possono essere portati nei centri di raccolta comunali appositatmente istituiti per questa tipologia di rifiuti. I dispositivi tecnologici raccolti vengono poi trasportati e smaltiti in infrastrutture apposite grazie ai servizi offerti da consorzi come Remedia. Sul sito remediapervoi.it potrete inserire il codice di avviamento postale per trovare il centro raccolta più vicino a voi.

Negozi di elettronica

Qualora raggiungere il centro di raccolta del vostro comune dovesse risultarvi complicato, potete sempre bussare alla porta dei punti vendita che, per legge, sono tenuti a ritirarli per poi trasportarli ai centri di raccolta comuni per il futuro riciclo e recupero secondo le norme europee.

Grazie al sistema "uno contro zero" i commercianti europei di telefonia sono infatti obbligati a ritirare dispositivi elettornici di piccole dimensioni (il lato lungo deve essere inferiore a 25 cm) e potete quindi rivolgervi a lora senza sentirvi obbligati ad acquistarne uno nuovo presso lo stesso rivenditore. 

Con il sistema "uno contro uno" potete consegnare al rivenditore il vostro vecchio dispositivo elettronico solo all'acquisto presso lo stesso centro vendita di un dispositivo nuovo equivalente. Questo significa che se decidete di comprare un nuovo smartphone, potrete consegnare al rivenditore quello vecchio. 

Programma di riciclaggio Apple 

Anche Apple si impegna nei confronti dell'ambiente e invita i suoi utenti a consegnare al brand i vecchi dispositivi (iPhone, iPad e Mac), in cambio di un compenso in denaro o di una carta regalo. Il brand americano già da anni apre le porte anche i chi volesse dare via pc, monitor e smartphone realizzati da altri produttori (Android inclusi ovviamente) a fronte però di un nuovo acquisto nello store.

In collaborazione con Brightstar Apple permette di selezionare e valutare il dispositivo che avete intenzione di dare via specificando lo stato attuale di display, alimentazione, tasti, corpo del dispositivo ed eventuali danni causati da liquidi. Il valore in euro stimato si tradurrà in una carta regalo da utilizzare sull'Apple Store nel caso abbiate dato via uno smartphone o, nel caso di un PC, di un bonifico. 

apple iphone xr 04
Grazie ad Apple potrete riciclare anche il vostro vecchio Android. / © NextPit

Accedete alla pagina dedicata al programma, fatevi due conti e valutate il da farsi. Apple accetta inoltre le batterie portatili ed è disposta a riciclare gratuitamente, in maniera responsabile e a costo zero, anche i dispositivi non funzionanti e quindi giudicati "senza valore residuo".

Beneficenza

Vi potrebbe sembrare assurda l'idea di regalare il vostro vecchio cellulare, che non è certo uno smartphone, in baneficenza. Non è così! Nonostante si tratti di vecchi dispositivi, donarli in beneficenza può aiutare a salvare l'ambiente ed a raccogliere fondi per progetti di vario genere.

Diverse associazioni italiane, in collaborazione con cellulariperbeneficenza.it, portano avanti iniziative volte a riciclare i vecchi dispositivi per una buona causa. Se quindi avete in casa dei telefoni inutilizzati è arrivato il momento di disfarvene e di fare due gesti buoni in uno: donarlo per un progetto secodo voi valido e proteggere l'ambiente (al quale si aggiunge un po' di spazio libero in più nel cassetto della vostra scrivania)!

Avete in casa dei vecchi cellulari? Conoscete altri modi o iniziative per riciclare i vecchi telefoni? Proteggete l'ambiente e liberatevene scegliendo il modo a voi più congeniale. 

ULTIMI ARTICOLI SU NextPit

Raccomandato da NextPit

10 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Dando ragione ad Alberto nemmeno io mi fido molto di Zanzoo, certo non diciamo pubblicamente la parola truffa perché se poi è un malfunzionamento potrebbero prendersela con noi, però facciamo attenzione come ha detto l'autrice, in attesa di chiarimenti


  • non affidatevi a zanzoo! Pare sia inaffidabile basta vedere la pagina di fb , inoltre non è più attivo il tasto Vendi! La loro mail di contatto non funziona ecc ecc.. una truffa!
    Potete quindi cambiare l'articolo e mettere i 4 modi per riciclare lo smartphone!


  • In genere li do al rivenditore prima dell'acquisto del nuovo oppure li porto nei centri di riciclaggio comunali per i rifiuti speciali


  • Sono ottimi suggerimenti quelli riportati nell'articolo. Ad ogni modo le non mi piace molto la politica di zonzoo, alla fine è equivalente a recarsi all'isola ecologica del proprio comune. Mi piace più il modo di agire ci Comprocellulari.it, quello è un modo migliore, anche se ho notato una cosa inerente l'esempio del Sony Z3, nel caso di telefono funzionante danno una cifra a, nel caso di non funzionante una cifra b minore di a ma se scegli il buono ottieni una cifra c=a+b. Probabilmente ci sono condizioni che poi impongono di fare un acquisto maggiore del buono ottenuto.
    La Apple poi anche con i rifiuti elettronici fa il possibile per accaparrarsi più clienti anche se le osservazioni sulle altre modalità di vendita sono pienamente condivisibili. Oramai poi in quasi tutti i comuni c'è un'isola ecologica che permette lo smaltimento dei rifiuti elettronici a patto di essere in regola con le tasse sui servizi indivisibili. Per la regola uno contro zero, purtroppo i commercianti, spesso, da questo orecchio non ci sentono.
    Devo dire che donarlo in beneficenza, naturalmente dopo averlo opportunamente ripristinato ed aver verificato il funzionamento sarebbe la cosa migliore anche se spesso, un po' per questioni di abitudine, un po' per indole, un po' per risparmiare, si tende a procurarsi un nuovo smartphone solo quando il vecchio non è più utilizzabile


  •   27
    Utente disattivato 24 ott 2015 Link al commento

    .

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica